Tavola rotonda e Mostre al Museo dell’Attore di Genova

Tavola rotonda Museo dell'Attore - Marco Mete

In calendario una rete di incontri di approfondimento sul doppiaggio, l’audiolibro e le opportunità lavorative

15 SETTEMBRE ORE 12:00-13:00: Tavola rotonda su ActorsPoetry Festival – Dubbing Glamour Festival quale occasione occupazionale

Tavola rotonda Museo dell'Attore - Marco Mete
Introduzione a cura di Eugenio Pallestrini. Interventi di Marco Mete, Christian Iansante, Hal Yamanouchi, Daniela Capurro. Moderatore: Roberto Trovato.

Annualmente il Teatro G.A.G. presenta una Tavola rotonda al Museo dell’Attore di Genova sulle opportunità occupazionali nei settori dello spettacolo. In questa occasione si concluderanno le giornate relative alla premiazione dei concorrenti previste a Palazzo Ducale. Un’offerta preziosa – soprattutto in occasione del partenariato con CDC SEFIT GROUP, EMONS audiolibri e STORYTEL audiobooks – con full immersion a 360° su ogni opportunità lavorativa nei settori dei due Festival. I passaggi della post produzione, dall’adattamento, al doppiaggio, alla sincronizzazione e al mixaggio nello studio delle case di produzione romane dove avviene la traduzione dei film e testimonianze costruttive ed emozionanti al tempo stesso, forniscono importanti informazioni per gli appassionati del settore. Ai Lavori parteciperanno due importanti etichette del settore dell’audiolibro: EMONS (sergio Polimene, Flavia Gentili e Francesca Rosini) e STORYTEL (Marco ragaini). È la prima volta che teatro G.A.G. presenta partenariati così importanti sul settore.


Il fascino delle voci originali

Nel gioco di squadra che ne deriva si evidenzia, sia a livello organizzativo che a livello produttivo, come quello dei Manga-Anime diventi un fenomeno quasi associabile alla diffusione della musica rock, con il fatturato di un mercato di mondiale importanza, dagli investimenti straordinari. Il fascino delle voci originali fa sì che in Giappone i doppiatori giapponesi (Seyuu) siano considerati delle vere star, tanto da percorrere nella carriera le vie artistiche della recitazione, del canto e del doppiaggio contemporaneamente.

Il giapponese, un accento straniero accettato nel doppiaggio italiano

Come spesso accade anche in Italia, una volta diventate familiari, le voci degli attori giapponesi non vengono sostituite negli spot o nei film da voci di doppiatori italiani a causa dell’accento.